Piante della salute per la tua casa

Piante della salute per la tua casa.
Lo shop online del Solara Garden si arricchisce di nuovi esemplari che potete trovare in serra.
Siamo infatti aperti al pubblico ma, visto il periodo, preferiamo consigliarvi di restare a casa e permetterci di farvi arrivare direttamente i prodotti a domicilio.
Non ci stancheremo mai di ripeterlo: il verde fa bene. Non solo rende belli i nostri rifugi domestici, terrazzi, balconi e giardini, ma rende più salubre l’ambiente in cui viviamo.
Ieri vi abbiamo parlato di Ortoterapia e di quanto coltivare la terra possa essere utile per alleviare stress e preoccupazioni.
Oggi ci soffermiamo su tre piante che hanno il potere di purificare l’aria e possono per questo essere annoverate tra le piante della salute. Hanno nomi “impegnativi” ma vi insegneremo ad amarle.

Aglaonema 

Il nome deriva da due parole greche: aglao “splendore” e nema “filo” per indicare la lucentezza dei filamenti staminali.
Originaria del Sud-Est asiatico, questa pianta si caratterizza per la facilità di coltivazione e per la bellezza delle foglie. Quest’ultime sono infatti molto decorative di colore verde con sfumature differenti in base alle diverse varietà: possono avere sul dorso venature e screziature di colore bianco, argento ma anche rosso.
È una pianta che apprezza la luce ma non necessita di particolare illuminazione. Ha bisogno di temperature miti e non va esposta al sole diretto. Va bene annaffiarla costantemente nei mesi primaverili ed estivi, senza eccedere. Consigliamo di nebulizzare spesso acqua sulle foglie.
Per leggere la scheda e procedere all’acquisto sul nostro sito, clicca qui.

Dieffenbachia

Prende il nome dal viennese J. Dieffenbach, dal 1820 capo giardiniere dell’orto botanico dell’Università di Vienna. Fa parte della famiglia delle Araceae e comprende circa 51 specie.
Anche in questo caso, la popolarità della pianta è dovuta alle foglie che, secondo la varietà, sono macchiate di bianco con margini verdi o giallo marmorizzato. Ha bisogno di molta umidità e tanta luce ma non va esposta al sole diretto.

ATTENZIONE: Evitate che le foglie di questa pianta, e vale lo stesso per la Aglaonema, vengano mangiate dai vostri animali domestici. Possono essere molto nocive. Ecco la scheda sul nostro sito.

Zantedeschia

Questo nome le fu attribuito nel XIX secolo dal botanico Francesco Zantedeschi.
Il suo nome comune, con il quale è più conosciuta, Calla, è stato attribuito da Linneo.
Elegante e semplice, è caratterizzata da grandi foglie sagittate verde intenso. Quello che pensiamo sia il fiore, di diverso colore, è in realtà la foglia che ha la funzione di avvolgere il vero fiore per proteggerlo. È l’infiorescenza rappresentata dall’asta gialla al centro.
La Zantedeschia va annaffiata pochissimo nel periodo in cui è sprovvista di fiori perché appassiscono e le foglie iniziano ad ingiallire. Durante il periodo di crescita di foglie e fiori va innaffiata in modo graduale.
Per saperne di più e acquistarla sul nostro sito, clicca qui.